contattaci: cigarblog1@gmail.com
il contenuto del blog è rivolto a fumatori maggiorenni e consapevoli, che vogliono condividere la cultura legata al mondo del sigaro, non si vuole in alcun modo promuovere l'uso di tabacco. Si ricorda che in ogni sua forma, IL FUMO NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE

30 luglio 2011

Color verde sigaro

A tutti sarà capitato di vedere qualche vecchio film o telefilm americano degli anni Cinquanta-Settanta e chiedersi il perché dello strano colore dei sigari che vi compaiono. Non un verde come da foglie giovani, ma verde come un dollaro o una rana. Si tratta di un candela, un tipo di sigaro che in quel ventennio ha segnato l'immaginario statunitense, che una volta era il preferito degli americani, così
popolare negli Stati Uniti che i sigari con i wrapper candela divennero noti come American Market Selection. I sigari naturali che coprono la stragrande
maggioranza del mercato di oggi, sono, invece, English Market Selection.

Dal 1958 circa ai primi anni Settanta, gli americani hanno fumato miliardi di sigari quasi tutti verdi, una tinta che, come detto, non dipendeva dalle foglie, comunque, ma era il risultato di un processo unico con cui il tabacco era stato curato, una sorta di polimerizzazione che fissa il verde clorofilla sulle foglie.
Wrapper così trattati non possono essere conservati in normali magazzini per tabacco, ma in frigorifero. Dato che è il processo a creare il candela, piuttosto che il seme o il paese d'origine, i wrapper candela sono coltivati in un gran
numero di paesi, come nel Connecticut, Cuba, Ecuador, in Florida e Nicaragua, e per più di due decenni sono stati l'unico tipo di tabacco wrapper coltivati nella Repubblica Dominicana.
Come molti primati, anche la creazione del candela sembra essere stato un incidente. Gli agricoltori della regione Partido di Cuba, infatti, dove il processo ebbe origine nel 1940, a volte utilizzavano il calore nei loro granai per combattere l'umidità in eccesso. Se la temperatura era troppo alta, le foglie più basse sulle piante diventavano verde per il calore.

Uno dei maggiori venditori di candelas dell'epoca era Bob Franzblau, proprietario, a Tampa, della Thompson & Co., una società che entrò nel mercato dei sigari proprio a quel tempo. Franzblau non aveva alcuna esperienza nel settore del sigaro, ma era abbastanza saggio da sapere la prima regola di mercato: dare al cliente quello che vuole. Dopo vent'anni di predominio assoluto nel mercato quelle e strisce, il sigaro verde è caduto in disgrazia nei primi anni Settanta, sostituito dal color crema dei wrapper Connecticut, per continuare l'assenza anche durante quello che viene chiamato il Rinascimento del sigaro degli anni Novanta.
I Candelas potrebbero essere, dunque, definiti come le reliquie del mondo del sigaro, ancora amati da un piccolo gruppo, ma aborriti dalla maggioranza degli aficionados, anche se non ne hanno mai provato uno.
In effetti, sia pur molto minoritari, restano "sacche" di appassionati di candela, oggi per la maggior parte fatti a macchina, con marchi come Antonio y Cleopatra Grenadiers, Garcia y Las Vegas e Dutch Masters, che orgogliosamente espongono la loro mercanzia che risalta di un verde brillante da sotto al cellophane.

5 commenti:

  1. le capas candela oggi si ottengono da varietà connecticut, coltivate in diversi paesi del centroamerica, la temperatura alta interiviene in fase di essiccamento, un eccesso di temperatura in questa fase secca i tessuti molto repentinamente, limitando moltissimo la degradazione della clorofilla che solitamente avviene durante la fase lenta di ingiallimento nelle casa de tabaco.
    L'english market selection è tutt'altra cosa, si tratta di un accordo commerciale fra cuba e Hunters & Frankau, l'importatore unico inglese, che applica il sigillo EMS sulle scatole che rispondono ai requisiti richiesti che sono: acquisto senza intermediari da Habanos SA, trasporti e stoccaggi monitorati e con criteri di conservazione rigorosissimi, e soprattutto (questo ne fa un accordo unico al mondo) tutti i box vengono aperti e ricontrollati dagli esperti revisori dell'EMS, e in caso di non conformità agli altissimi standard qualitativi vengono rispediti ad habanos (questo è quanto si dichiara ufficialmente, in realtà c'è l'altissima probabilità che finiscano per vie traverse su mercati esteri).
    L'EMS garantisce anche il rispetto delle leggi in materia di tabacco, con l'applicazione delle etichette indicanti i rischi per la salute e, ovviamente, con il pagamento delle tasse di monopolio.
    Le capas candela hanno perso importanza negli anni perchè conferivano un gusto erbaceo alla fumata, poco apprezzato dalla gran parte dei fumatori.

    RispondiElimina
  2. quanche capa candela si trova oggi anche in sigari degli arcipelaghi del borneo e delle filippine, in europa abbastanza rari, ricordo un sigaro della marca "double happiness" e un "flor de la isabela" con capas di questo colore, sono però sigari abbastanza acidi, per via della ligada, e distinguere quanto incideva sul gusto la capa era difficile, ho fumato un honduregno con capa candela, forse un don tomàs ma non ci metterei la mano sul fuoco, e con le note delicate tipiche dei sigari honduregni l'aroma erbaceo veniva fuori in maniera importante, personalmente non lo amo particolarmente. Non ho mai provato un sigaro con capa verde cubano o nicaraguense, sicuramente con ligade più forti e intense aromaticamente il tono erbaceo potrebbe essere più equilibrato o addirittura scomparire del tutto. Ignoro quali varietà si usavano in passato per questo tipo di fasce, ma oggi con le varietà connecticut, tipicamente molto sottili, mi aspetterei di veder scomparire totalmente l'influenza dell'aroma della foglia esterna su sigari con tripa 100% nicaragua o 100% cuba.

    RispondiElimina
  3. due post al prezzo di uno... :)

    RispondiElimina
  4. l'informazione sull'English Market Selection era comunque esatta, riferita all'epoca pre-embargo, quando l'American MS era riferita ai puros con capa candela e double claro, l'English MS era riferita a sigari con capas da claro a colorado maduro, esisteva poi la Spanish MS che si riferiva alle capas sun grown, di tonalità Maduro e Oscuro :)
    oggi, con la diffusione della nomenclatura per gradi di colore, e soprattutto con l'enorme differenziazione anche fuori cuba del vitolario, le definizioni AMS, EMS e SMS si sono abbandonate quasi completamente. Il dato è comunque corretto, se ci riferiamo alle 3 "famiglie" di gradazione di colore della vecchia accezione, i sigari più diffusi sono comunque ascrivibili alla EMS.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...