27 luglio 2015

Presentazione Mastro Tornabuoni - Videoreportage

Ieri sera, Venerdi 24 luglio, si è tenuta la presentazione del nuovo sigaro italiano Mastro Tornabuoni, prodotto dalla Compagnia Toscana Sigari.

La presentazione si è tenuta a Resceto (MS), un pittoresco paese di poche anime abbarbicato ai piedi delle Alpi Apuane.
Erano presenti, oltre al "padrone di casa" Guglielmo Baldini (Cigar Club Apuano) e allo staff della Compagnia Toscana Sigari, anche alcune delegazioni di altri Cigar Club italici. L'evento ha suscitato l'interesse di decine di appassionati che sono confluiti a Massa da quasi ogni parte d'Italia, da Treviso a Palermo.

In attesa di un resoconto ufficiale su questo blog, vi propongo nel frattempo il mio personale reportage sull'evento.


23 luglio 2015

Flor de las Antillas Toro e Toro Gordo: alcune considerazioni

Certo, quando si entra in "casa" My Father, trovare sigari di bassa qualità è assai difficile, ed anche questo caso non fa eccezione. Flor de las Antillas è un marchio che fin dalla sua commercializzazione ha ottenuto ottime valutazioni nei rating internazionali, toccando il primo posto sulla top 25 annuale di Cigar Aficionado nel 2012, con il formato Toro.
Lunedì scorso con il club Slow Smoke Santerno di Imola abbiamo affrontato una degustazione di Toro Gordo in abbinamento a Mojito, nel complesso molto piacevole, tuttavia avendo fumato in precedenza il toro, la fumata della vitola "maggiore" mi ha dato spunto per alcune considerazioni specifiche su entrambi i formati e più in generale sui sigari dell'area My Father.
La fumata del Toro Gordo, pur avendo manifestato

22 luglio 2015

Un abbinamento estivo a meno di 5 euro, senza blasoni ma molto piacevole.

Se il buon Paolo Trevisani, esperto di sigari ed enogastronomo di rilevo nazionale, nel 2006 affermava (per altro con piena ragione, ad avviso di chi vi scrive) "un consiglio, per addolcire la fumata beviti una buona bollicina (uno charmat o un metodo classico) oppure una bevanda fresca a base dolce come una Sprite, una Cola, un`Aranciata", penso non si possa parlare di blasfemìa se oggi vi proponiamo un abbinamento "easy" per lenire la calura di queste serate estive.
Abbinamento facile, economico, ma non per questo scadente, partiamo  infatti sempre dal presupposto che sia meglio non fumare, piuttosto che farlo ad ogni costo con prodotti deludenti. Il Rosalones (448 nella fattispecie), come abbiamo avuto modo di esporvi in queste pagine, ha tutte le caratteristiche per raggiungere un livello qualitativo accettabile pur restando in una fascia di prezzo contenuta.
In queste giornate estive, con il caldo che non ci da tregua, a molti passa la voglia di dedicarsi a fumate lunghe ed impegnative, ed anche l'abbinamento con vini o distillati rischia di aumentare la sensazione di calura che percepiamo. E' quindi il momento di dedicarci

20 luglio 2015

Cao Flat (head) 660: tanta apparenza, poca sostanza

Marchio ormai storico dell'area del Caribe, che annovera nella sua gamma prodotti piuttosto eterogenei, partendo dal mass market, fino ad arrivare a selezioni di discreta qualità (e.g. Criollo, Amazon Basin, o la storica linea Maduro),  passando (ed è forse questo il caso di specie) attraverso prodotti che si basano molto di più sull'immagine, sulla forma, sul marketing, che non sulla qualità della fumata.
Non a caso fa parte della pittoresca gamma new age di CAO, che annovera sigari dedicati a serie televisive (per altro la linea Sopranos non è nemmeno di qualità scadente) e altri dedicati a babbo natale e al pupazzo di neve in versione "cattiva". Lungi da chi vi scrive il voler bollare negativamente un prodotto per un'anilla o un nome un po' eccentrico, per altro ci sono sigari nella gamma "new age" che sono più che discreti, come l'Lx2 e il Vision. Tuttavia, il sigaro deve prima o poi passare per la prova del fuoco, ed è qui che il CAO Flathead Carb 660 si è arenato.
Un sigaro box pressed, il cui packaging e l'anilla ricordano molto l'America "on the road" degli anni 50, ma che si rivela ben distante dal contesto delle "muscle car" che vorrebbe rievocare.
E' un vero peccato perchè il sigaro non lascia il fumatore privo di aspettative, non solo per la confezione ma anche per

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...