contattaci: cigarblog1@gmail.com
il contenuto del blog è rivolto a fumatori maggiorenni e consapevoli, che vogliono condividere la cultura legata al mondo del sigaro, non si vuole in alcun modo promuovere l'uso di tabacco. Si ricorda che in ogni sua forma, IL FUMO NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE

12 dicembre 2017

Le "Reserva" di Didier!

Le prime foto cominciano a circolare sui social, ed infatti da alcune settimane sono in distribuzione le due edizioni Reserva di Nicarao e La Ley, create da Didier Houvenaghel in esclusiva per il mercato europeo.
E' oramai superfluo sottolineare, nelle pagine di questo blog, l'elevato target qualitativo a cui Didier ci ha abituato con le sue produzioni, avvalendosi di una manifattura di altissimo profilo come quella di AJ Fernandez. Queste due edizioni non smentiscono, anzi rafforzano, l'idea che abbiamo da anni sulla qualità offerta dai marchi Nicarao e La Ley.
Le due produzioni in questione, sono prodotte con tabacchi invecchiati (dopo il lungo e lento processo dicura e fermentazione) per un minimo di due o tre anni, e il sigaro finito resta in invecchiamento per almeno un ulteriore anno dopo la rollatura. Chi vi scrive può confermare appieno la veridicità di tale dato, poichè a

05 dicembre 2017

Lutto nel mondo del sigaro: è morto Josè O. Padròn, lo ricordiamo con un articolo di Aniello Buonincontro

Purtroppo ci giunge la notizia che Josè O. Padròn, una vera e propria "corner stone" del mondo del sigaro a livello mondiale, ci ha lasciato all'età di 91 anni, a pochi mesi dall'uscita del libro delle sue memorie (vedi foto). In meno di due anni se ne sono andati Carlos Fuente Senior, e ora il fondatore della manifattura  Padròn che conosciamo oggi. Entrambi emblemi del successo dei produttori di origine cubana nell'area del caribe, rispettivamente per la Repubblica Dominicana (Fuente) e del Nicaragua (Padròn). Anche Padròn, come Fuente, infatti, non ha semplicemente rappresentato un imprenditore che ha esportato il suo business fuori da Cuba, ma ha raggiunto livelli di eccellenza assoluta a livello mondiale, facendo da trend-setter per il Nicaragua e alzando l'asticella della qualità a cui tutti i produttori hanno aspirato per lunghissimi periodi, e forse ancora oggi.

Per ricordare la storia della famiglia Padròn, riportiamo un bellissimo articolo di Aniello Buonincontro, di Cigars and Tobacco (importatore del brand in Italia) che riassume la storia di questa importante famiglia nel mondo del sigaro, dalle origini fino ai giorni nostri.

Quante persone conoscono la storia di quel martello? Chiesi a Jorge Padron indicando con un lieve cenno del capo la spilla dorata sulla sua giacca. Tante! Rispose con un sorriso che tradiva un po’ di tristezza, legata forse al ricordo di

29 novembre 2017

Mastro Tornabuoni Affinato: si amplia il ventaglio CTS sulla fumata più "elegante"

Se si analizza il percorso della Compagnia Toscana Sigari, dalla sua nascita ad oggi, si noteranno sicuramente delle scelte particolari, sulle tempistiche di immissione sul mercato dei diversi prodotti. Scelte che connotano, ad avviso di chi vi scrive, la chiara impronta verso la qualità che l'azienda ha voluto dare a se stessa.
La logica infatti imporrebbe una partenza "soft" con un sigaro entry level per un pubblico ampio, CTS è partita invece con un long filler (prima scorciato poi intero) di carattere, adatto a un pubblico di estimatori, e solamente a due anni dall'ingresso sul mercato è arrivato un sigaro (lo stortignaccolo) teso ad ampliare anche ad una fascia di consumatori più ampia il portfolio aziendale.
L'ultimo "passo" in questa direzione, non prima di aver immesso sul mercato due top di gamma come la Spingarda e l'Orciolo, è stato il lancio del Mastro Tornabuoni Affinato, che pur mantnendosi su uno standard di qualità elevata, si rivolge a un pubblico di fumatori che ama il sigaro più elegante, meno intenso rispetto all'MTB long.
Se l'intensità e la persistenza sono le parole chiave del Long Filler, la complessità e la finezza lo sono per l'Affinato, ovviamente in un contesto di fumata Kentucky Fire Cured.
Il sigaro è composto da una selezione di Kentucky della Valtiberina,così come il Long, ma da gradi più leggeri rispetto a quest'ultimo. La stagionatura minima è di 12 mesi, e si tratta di un sigaro long filler così come il "fratello maggiore". La confezione da due ha un prezzo di 6,80 euro (il 10% in più rispetto al Long).
A crudo si distingue l'ormai netta nota di affumicatura CTS, associata al legno e una punta di

22 novembre 2017

I blog dei copy-paste

La condivisione è utilissima in questo mondo, e ben vengano gli spunti e i contributi messi in campo da ciascuno di noi "divulgatori" del mondo del sigaro, poichè permettono a chi verrà dopo di noi di avere una base da cui partire, e a noi stessi di prendere informazioni e spunti per completare o ampliare un argomento che intendiamo sviluppare e di cui intendiamo parlare.
Possiamo anche prendere informazioni esistenti da diversi contesti, bibliografici, scientifici e quant'altro, e limitarci a proporre nelle nostre pagine una sorta di review, di argomenti articolati e complessi, in modo da renderli fruibili ai nostri lettori.
Se si parla di un argomento traendo spunto da topic già pubblicati da altri, il fair play imporrebbe di citare la fonte, anche se, in caso di piccole parti di informazione, rimaneggiate nella forma e integrate nei contenuti, l'omissione della fonte originaria può essere considerata un peccato veniale.
Esistono però alcuni personaggi, che fanno dei collage di contenuti presi pari pari da altri, pubblicandoli a nome proprio senza nemmeno editarli nella forma, e si guardano bene dal citare le fonti. Se ne sono visti diversi in passato, per fortuna presto scomparsi dalla circolazione, ed immagino che non sia solo il mondo del sigaro ad essere affetto da questi professionisti del copia-incolla, tuttavia oggi abbiamo "sgamato" l'ennesimo fenomeno mediatico che ha preso interi pezzi pubblicati da altri blogger. Il merito di aver tradotto gli stessi contenuti in inglese si infrange sulla drammatica quanto comica traduzione di ammezzato, in mezzanine, che identifica il piano ammezzato che si trova in alcuni edifici e non certo il sigaro di kentucky tagliato a metà, o sullo "scorched" attribuito allo scorciato di mastro tornabuoni, la cui traduzione ne indica invece il destino finale (giacchè Scorched in inglese significa bruciato o bruciacchiato)...
mi riferisco ad articoli sul blog "OMISSIS", i cui contenuti sui sigari sono spesso presi tal quali dai blog di cigarslover e gustotabacco. Per altro il CV dell'autore, lo profila come esperto di comunicazione, e certe dinamiche sulle citazioni e quant'altro dovrebbero essergli note.
Ovviamente, mi riferisco unicamente ai contenuti sui sigari, e non al resto dei contenuti trovati sul blog, sulle quali non ho competenze, e non mi permetterei mai di intervenire.
EDIT: per completezza di informazione, dopo la nostra segnalazione al diretto interessato il blog ha citato le fonti, e ha messo un post di scuse sulle mancate citazioni dei contenuti altrui. 
EDIT 2: il blog in questione ha eliminato il post di scuse, e tutti i post sigari copiati. Eliminiamo di conseguenza il link alla pagina in quanto non ci sono più i contenuti indicati 

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...